Cultura e patrimonio

Il patrimonio     ►Storia di Les Orres     ►Valle di Serre-Ponçon

 

Il patrimonio di Les Orres

Eglise Sainte Marie Madeleine aux Orres A Les Orres scoprirete la chiesa di Santa Maria Maddalena (XVI secolo) nel Capoluogo con il campanile lombardo e il suo museo, dove sono in mostra i mestieri di una volta.

Nella frazione di Le Mélézet, fate un giro fino alla chiesa di Nostra Signora della Presentazione, costruita nel XIX secolo sul sito di un'antica cappella edificata nel 1546. Sulla sua facciata c'è una meridiana del 1853, firmata dal celebre gnomonista italiano Zarbula.

 

Il museo municipale

Apertura dalle 14 alle 17 tutti i giorni (tranne il sabato)
 

Accesso gratuito

 

 

 

Storia di Les Orres

Croquis Les Orres Inizialmente questa località era solo un antico villaggio che con le sue frazioni sovrastava la valle alta della Durance, un piccolo comune che faceva parlare di sé solo in occasione della tradizionale discesa di sci di La Portette. Poco a poco, di fronte alle grandi possibilità offerte dal comprensorio sciistico, è nata l'idea di creare una stazione di sport invernali. Nel 1970 ebbero inizio i primi lavori.
La valle, troppo stretta, impediva ogni tipo di costruzione. Si decise dunque di investire sul suo versante ovest, tra 1600 e 1700 m, altitudine determinata dall'innevamento medio a inizio e fine stagione. Il terreno presenta 2 aree giustapposte. L'architetto urbanista progettò quindi la stazione in 2 parti distinte: Pramouton e Bois Méan, con una zona intermedia che svolge il ruolo di cerniera: Prébois.

Lo spirito della regione doveva essere conservato. Per questo le forme moderne sono state trattate con i caratteri e i materiali usuali del paese. Le case del Comune di Les Orres sono raggruppate in frazioni su una stessa linea di livello. L'architettura della stazione adotterò spesso questo principio, con una predominanza di intonaci rustici e balconi e coronamenti in legno.

La creazione della stazione di Les Orres risale al novembre del 1970

 

 


La valle di Serre-Ponçon

Il lago di Serre-Ponçon, nelle Alpi del Sud, fu creato per regolare il corso della Durance. A seguito delle piene devastanti verificatesi tra il 1843 e il 1856 e alle varie situazioni di penuria d'acqua, tra cui quella del 1895, fu lanciata l'idea di costruire un grande serbatoio per lo stoccaggio dell'acqua. Nel 1948, in considerazione dell'evoluzione delle tecnologie, la costruzione di una diga sulla Durance apparve realizzabile. Nel 1955 EDF fu incaricata dell'esecuzione di un progetto che associava la produzione di energia elettrica all'irrigazione dei terreni agricoli della Provenza. Iniziato nel 1955, il cantiere della diga è durato 54 mesi. Il riempimento della riserva d'acqua, avviato il 16 novembre 1959, fu terminato il 18 maggio 1961. La quota 780 era stata raggiunta. Realizzata in materiali alluvionali estratti dal letto della Durance, Serre-Ponçon è la più grande diga in terra d'Europa; la sua costruzione ha richiesto lo spostamento delle popolazioni e la distruzione dei villaggi di Savines e di Ubaye. Solo il comune di Savines è stato ricostruito e oggi porta il nome di Savines Le Lac.

La nostra regione offre un patrimonio d'eccezione, ripartito su 16 comuni

 

Il Parco Nazionale degli Ecrins

Parc National des EcrinsLa stazione di Les Orres dista solo una ventina di chilometri dal Parco Nazionale degli Ecrins, importante meta per le escursioni a piedi nella stagione estiva. Il parco è uno spazio protetto, il cuore è oggetto di una regolamentazione specifica mentre l'area di adesione è definita sulla base di una carta proposta ai comuni. Questo progetto territoriale, valutato e sottoposto a revisione ogni 15 anni, traduce una solidarietà ecologica tra il centro e gli spazi circostanti, dando vita alla valorizzazione economica del patrimonio e allo sviluppo sostenibile dei comuni aderenti.

 

×